Montepulciano

Sorge sulla stretta cima di una collina calcarea nel punto di incontro tra Val D’Orcia e Valdichiana. Questo bellissimo borgo medievale è calato in un paesaggio da cartolina, che in qualunque direzione si spinga lo sguardo, rimanda alla classica idea della campagna toscana, quella dove si inseguono verdi onde di colline coltivate a vite e campi dorati punteggiati di cipressi. Il modo migliore per scoprire l’elegante e antico centro aggrappato alla collina è percorrerlo a piedi : passeggiando il viaggiatore si troverà di fronte a imponenti palazzi rinascimentali, sino a raggiungere sul punto più alto la piazza principale.

IL VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO

Le colline di argilla alternata a sabbia di questa zona rappresentano il terreno ideale per la coltivazione del prugnolo gentile, clone di sangiovese dal quale si ottiene un vino prodotto in piccole quantità ma di grande pregio. Uno dei vitigni che si possono usare nell’uvaggio (70% prugnolo gentile, 30% altri vitigni) è il “mammolo”, che dona un gradevole profumo fruttato che evolve lentamente in sentori di viola mammola.

Il colore del Vino Nobile di Montepulciano è rosso rubino più o meno intenso, con tonalità rosso granato dopo anni di affinamento. Il profumo è raffinato, con sentori di marasca, viola mammola secca e leggera speziatura. Secco, caldo, morbido e leggermente tannico, è strutturato con eleganza e discrezione.

Primi piatti con ragù di cacciagione, carni rosse al sangue, alla griglia e saltate, faraona al cartoccio, lepre, formaggi stagionati trovano in un bicchiere di Vino Nobile di Montepulciano il compagno ideale per valorizzare al meglio le proprie caratteristiche.