Panicale

Paese singolarmente pittoresco si erge su uno sperone con un colpo d’occhio sul sottostante Lago Trasimeno e un esteso panorama che spazia da Cortona, passando attraverso le terre rivierasche, tappezzate di oliveti, di Passignano, Monte del Lago,Tuoro e Castiglione del Lago, fino all’altura dove sorge Montepulciano. Cieli, nubi, acque e terre sono quelli che si ritrovano nelle opere di Pietro Vannucci, detto il Perugino, conservate nelle chiese del paese.

Il paese è famoso per la produzione di olio con le cultivar di frantoio, moraiolo, leccino e dolce agogia; vino con produzione in particolare del gamay del trasimeno; zafferano.

IL GAMAY DEL TRASIMENO

Il Gamay del Trasimeno è un vitigno a bacca nera che fa parte della famiglia del Cannonau, del Grenache, ed è coltivato nella zona del lago Trasimeno.
Vinificato in purezza produce vini estremamente interessanti: ha un ampio profumo, colore rosso, sapori di mandorla amara, frutta secca, ciliegia, frutti a bacca rossa (lampone, amarena, prugna, mirtillo e fragola), talvolta floreali di violetta e rosa. Insomma, un fiore all’occhiello lungo la “Strada del Vino Colli del Trasimeno”, rappresentativa di un territorio di importanti produzioni.

La zona della DOC Colli del Trasimeno comprende i comuni di Castiglione del Lago, Magione, Paciano, Panicale, Passignano, Tuoro, e in parte quelli di Città della Pieve, Corciano, Perugia e Piegaro. Borghi di raffinata bellezza, puntellati da case di pietra e splendide piazze, ideali per gustare un buon calice della zona, magari in abbinamento a golose pietanze del posto; dal pesce di lago con regina in porchetta, brustego e tegamaccio, alla fagiolina (legume tipico della zona, molto piccolo e saporito, di forma allungata e di color crema), dalla torta al testo farcita con erbette ai Travioloni (ravioli ripieni di ricotta e fagiolina).


ricette della zona

INGREDIENTI:

1 kg di farina
11 uova
300 gr formaggio (parmigiano grattugiato, pecorino grattugiato, pecorino tenero a pezzettini e groviera a pezzettini)
30 gr sale
300 gr di condimento (olio, strutto e burro)
100 gr di lievito secco per pane
100 gr lievito di birra

 

PREPARAZIONE:

Amalgamare tutto meno il formaggio a pezzi, che va aggiunto quando l’impasto è ben amalgamato. Quindi maneggiare ulteriormente per inglobare nell’impasto il formaggio aggiunto per ultimo, ungere la teglia con lo strutto, mettere l’impasto fino a metà teglia e fare lievitare finché  non ha riempito la teglia.

Cuocere a 200 gradi per circa 45 minuti


Abbinare con un rosso dei colli del trasimeno