Magione

A breve distanza dal lago Trasimeno, sui colli che lo separano dalla piana che volge verso Perugia, e’ una panoramica cittadina raccolta attorno al maestoso castello dei Cavalieri di Malta,sorto nel XV secolo sulle rovine di una antico ospedale dei cavalieri Gerosolimitani. Restaurato recentemente, e’ sede di una conosciuta e fiorente azienda vitivinicola di proprieta’ dell’Ordine di Malta.

La cittadina è famosa per la produzione di: fagiolina del Trasimeno, zafferano, vino; olio specialmente nelle varietà di leccino, moraiolo e dolce agogia; pesci tipici del Trasimeno quali tinca, persico, regina, anguilla, latterini e luccio.

IL GAMAY DEL TRASIMENO

Il Gamay del Trasimeno è un vitigno a bacca nera che fa parte della famiglia del Cannonau, del Grenache, ed è coltivato nella zona del lago Trasimeno.
Vinificato in purezza produce vini estremamente interessanti: ha un ampio profumo, colore rosso, sapori di mandorla amara, frutta secca, ciliegia, frutti a bacca rossa (lampone, amarena, prugna, mirtillo e fragola), talvolta floreali di violetta e rosa.
Insomma, un fiore all’occhiello lungo la “Strada del Vino Colli del Trasimeno”, rappresentativa di un territorio di importanti produzioni.

La zona della DOC Colli del Trasimeno comprende i comuni di Castiglione del Lago, Magione, Paciano, Panicale, Passignano, Tuoro, e in parte quelli di Città della Pieve, Corciano, Perugia e Piegaro. Borghi di raffinata bellezza, puntellati da case di pietra e splendide piazze, ideali per gustare un buon calice della zona, magari in abbinamento a golose pietanze del posto; dal pesce di lago con regina in porchetta, brustego e tegamaccio, alla fagiolina (legume tipico della zona, molto piccolo e saporito, di forma allungata e di color crema), dalla torta al testo farcita con erbette ai Travioloni (ravioli ripieni di ricotta e fagiolina).


ricette della zona

INGREDIENTI:

600 gr filetti di persico
600 gr fagiolina del Trasimeno
Aglio 3 spicchi
sale e pepe q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.
Pane abbrustolito in fette

 

PREPARAZIONE:

Lessare la fagiolina con poca acqua
Pulite, lavate e sfilettate il persico, lasciandolo sgocciolare per bene. In una padella molto capiente mettere olio e aglio e far soffriggere leggermente.
Aggiungere i filetti di persico e far cuocere a fuoco lento
Aggiungere la fagiolina precedentemente lessata.
Accompagnare con le fette di pane abbrustolito da usare a mo’ di bruschetta (condite a piacimento con aglio) da condire con la fagiolina. Aggiungere dopo la cottura dell’olio a crudo a piacimento


Abbinare con un Gamè del trasimeno